Le tendenze per quest’anno

 

A cambiare non è solo il vino, ma anche i canali che lo promuovono e che riescono a veicolare il consumo di intere fasce di mercato come quella dei Millennials – si pensi, per esempio, alla popolarità di Instagram per le nuove generazioni.
Nel comunicare il vino in futuro, il 49% degli intervistati da Robert Joseph ritiene sarà cruciale il ruolo dei social (il 29% sottolinea l’importanza degli Instagrammers, il 25% dei vlogger) accanto allo sforzo sincretico con il turismo.

robertjoseph
– Robert Joseph –

Peraltro, proprio in questi giorni Stevie Kim di Vinitaly International ha lanciato l’iniziativa #openbarstevie che punta ad analizzare il mondo degli influencer.

sKIM

openbarstevie

Scema invece, sempre secondo il lavoro di Robert Joseph, l’importanza delle guide e dei vari James Suckling, mentre crescerà il ruolo degli educatori, dei personaggi lifestyle, dei sommelier e dei food writers.

james suckling
– James Suckling –

raw

L’ascesa d’importanza dei sommelier, soprattutto per le vendite di vini di fascia alta, si rileva già nel fenomeno dei wine club da loro fondati (leggi l’approfondimento).
Solitamente con 100-150 affiliati, questi club offrono al socio l’invio di un certo numero di bottiglie su base mensile o annua, scelti appositamente dal sommelier o di difficile reperibilità, vuoi per i piccoli numeri prodotti, vuoi per le edizioni limitate.
Un esempio?
I club fondati da Rajat Parr, dai Master Sommelier Brian McClintic o dal celebre – ha recitato nel film “SommIan Cauble.

trio
– Rajat Parr                       Brian McClintic                    Ian Cauble –

locandina


Varietà: Up & Down.
Il report di Robert Joseph è interessante anche per la previsione delle varietà che più incontreranno l’avvallo del consumatore di domani.
Il 21% degli intervistati ritiene che varietà nuove o poco conosciute incontreranno un sempre maggior favore, così come nuovi stili di vino o vini provenienti da nuove regioni.
Secondo le previsioni Merlot, Cabernet Sauvignon, Zinfandel e Gewürztraminer perderanno progressivamente popolarità, mentre guadagneranno estimatori varietà come il Pinot Noir, Grenache, Tempranillo, Gamay accanto a Nebbiolo e Sangiovese.
Per il Pinot Grigio la questione pare più delicata e se il Pinot Gris sembra stia guadagnando posti, il Pinot Grigio potrebbe non essere così fortunato.

pinotgrigio


Il Prosecco.
Fra le varietà e i prodotti che almeno per un po’ non perderanno terreno si colloca anche il Prosecco, le cui vendite continuano ad aumentare e il cui prezzo medio potrebbe salire, visto l’ultima non proprio abbondantissima vendemmia.
In UK sale il Prosecco, grazie forse anche alla forza di vendita di prodotto quali Freixenet, storico brand di Cava, che proprio l’anno scorso ha lanciato la sua linea di Prosecco Doc.
Cala, invece, sempre in Gran Bretagna, lo Champagne, “minacciato” dagli spumanti inglesi in netta ascesa qualitativa e numerica.
Aumenta la predilezione per vini più morbidi, (si pensi al Cartizze, per tradizione dry), come pure la scelta di cru piuttosto che di blend.

 

freixenet


Vino biologico e naturale.

Fra i trend in aumento a livello mondiale anche i vini biologici e naturali, con quest’ultimi che nel 2018 potrebbero segnare una svolta in grado di influenzare anche i grandi brand e il modo in cui si comunicano.
La popolarità di format come Raw Wine che ha conquistato Londra, Berlino e gli US, come pure il successo di fiere quali VinNatur e Vini Veri e le sezioni ad hoc di Vinitaly per il vino biologico e biodinamico, illustrano quanto la sostenibilità nelle sue molteplici declinazioni non sia un fenomeno transeunte ma sia, al contrario, un trend di grande impatto in grado di modificare in maniera importante il panorama enoico futuro.
Un professionista su cinque – rileva Robert Joseph – ritiene che i vini naturali avranno un molto più impatto nel mercato nei prossimi anni, mentre solo metà ritiene che i vini biologici avranno lo stesso successo”.

vinnaturmodif

 

 

 

cover post
– immagine del post –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...