AssoEnologi 2018, Trieste

73° Congresso AssoEnologi, Trieste
“faccia a faccia fra made in Italy e produzione e mercati esteri.”

originale

Si terrà la prossima settimana, dal 5 all’8 luglio,
il 73° Congresso Nazionale Assoenologi,
e ad ospitare il Congresso sarà la città di Trieste.
“Il Mondo del vino: dalla conoscenza delle produzioni e dei consumi alla cultura del vino e del cibo per il successo del Made in Italy”,
tema della tre giorni di approfondimento rivolta agli enologi italiani.

cotarella
– Riccardo Cotarella, presidente –

Un’edizione che intende fare il punto sulla produzione mondiale del vino, per conoscerla meglio ma soprattutto capire le abitudini di consumo nei mercati chiave.
Impossibile infatti pensare alla situazione enoica italiana senza contestualizzarla a livello mondiale.

Trieste

Un tema caldo quello del Made in Italy, in un momento in cui i consumi interni scendono, i competitor esteri aumentano e le tendenze enoiche si diversificano, con trend in grado di accentrare in maniera quasi monopolistica attenzione e capitali.
Ne è un caso la Napa Valley, che nel giro di qualche decennio e l’investimento di importanti produttori, ha saputo crearsi una reputazione tale da accentare l’attenzione di chi cerca un vino americano.
Stando ai dati raccolti da Wine Searcher, 9 dei 10 utenti che cercano sul portale un vino statunitense cercano Napa.
Unica eccezione, il RidgeRidge Vineyards Monte Bello prodotto nella denominazione dei Santa Cruz Mountains AVA.

mg_4934-edit.jpg

Un trend quello delle ricerche su Napa, prevedibile come quello per Bordeaux e la Borgogna.

Se da tempo si parla infatti di riscossa dei vini leggeri, l’impressione è quella che i vini importanti continuino a tenere la presa sul mercato, o almeno su certi mercati e certe fasce di consumo.
Basta analizzare, sempre su Wine Searcher la classifica dei 10 vini italiani più cercati.
A farla da padrone sono i SuperTuscan: vi si trova infatti al primo posto Il Sassicaia, seguito dal Tignanello, e poi Masseto, Ornellaia e poi Solaia.

STMOS

Si cambia zona di produzione solo al numero 6, col Monfortino, seguito dal Barolo di Bartolo Mascarello, il Barbaresco di Gaja e per chiudere due Brunello:
il Tenuta Greppo Riserva di Biondi Santi e
il Casanova di Neri Tenuta Nuova.

Vino-passaggi-di-proprieta-a-Montalcino-Vendute-Biondi-Santi-e-Tenuta-San-Giorgio-1

casanova-2007

Ne è un esempio anche il successo recente della Puglia, con i suoi vini corposi (e le sue altrettanto corpose bottiglie) che continuano ad attirare il mercato cinese.

Proprio con la Repubblica Popolare Cinese partirà l’approfondimento del Congresso, con un intervento congiunto di Luigi Vazzoler e Sophie Lu.

mercato Cinese

new-header
Caratteristiche del mercato (produzione, distribuzione e consumi) e assaggio di 2/3 vini rappresentativi – sarà questa la struttura dei vari focus che verteranno su Cina, Svizzera, Stati Uniti d’America, Germania, Regno Unito e infine anche Italia con un approfondimento sulla Grande Distribuzione Organizzata.
Proprio di recente, Fabio Giavedoni si è interrogato sull’interazione (possibile) fra grandi vini artigianali e grande distribuzione .

maxresdefault

 
Ovvero su quanto e in che termini la grande distribuzione possa o meno nuocere all’immagine dei primi.
Un tema sollevato recentemente anche a Radici del Sud, il salone dei vini e degli oli meridionali, dove nella conferenza stampa di chiusura era emerso il rapporto non proprio amicale che intercorre oggi fra enoteche e GDO.

Un'intervista a Radici del Sud

Uno iato che sembra riguardare più l’Italia che non le altre nazioni, nei cui supermercati si trovano prodotti di fascia media come pure grandi firme.
Un dibattito che è destinato ad essere rivisto con l’entrata in gioco di Amazon nella distribuzione a domicilio del vino.

amazon-com-logo

 

 

manifestocongresso
– immagine del post –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...