La comunicazione quanto conta?

  Comunicazione SI , Comunicazione NO ? La risposta sembra da tempo assodata: “comunico, ergo sum”. Un assioma diventato palese nell’era dei social, dove si assiste ad un’interazione sempre più osmotica fra vita virtuale e vita reale, come pure fra comunicazione e vendita fra privati – basti pensare all’introduzione di MarketPlace su Facebook. Gaja, col suo sito,…

Vota:

Prosecco, la questione australiana

Dopo mesi di preparazione, lo scorso giugno l’Italia e l’Australia hanno finalmente avviato le trattative per raggiungere un accordo commerciale di libero scambio. Un accordo che vedrà coinvolto anche il settore vinicolo e dove la controversia per l’utilizzo del nome Prosecco, in corso da anni, potrebbe rivestire un ruolo chiave nella contrattazione.     Prosecco…

Vota:

Le prossime tendenze del rosé _2

(continua l’intervista di Irene Graziotto a Elizabeth Gabay_ 2^parte ) …     Quali altri grandi cambiamenti, se ve ne sono stati, hanno influenzato il mondo dei rosé negli ultimi dieci anni? EG: Il successo finanziario dei rosé provenzali non può essere sottostimato. In quanto ha dato ai produttori di rosé una sicurezza tale da considerare…

Vota:

La vita in rosé _1

di Irene Graziotto.     La vie en rose, la vita in rosa, la vita in rosé. Non si tratta di una mera traduzione della famosa canzone della Piaf, ma di un trend che condiziona l’intero orbe occidentale. Dall’abbigliamento all’oggettistica (si vedano i fenicotteri che impazzano nelle piscine), il rosa va così di moda da…

Vota:

Il caso ” LILA wines” .

(seconda parte : “Vino in bottiglia: è giunta la sua fine?” ) Il caso Lila Wines Lila Wines  imbottiglia in lattina il 100% della produzione, che consiste in un bollicina rosé e bianca dall’Italia, un rosè fermo dalla Francia e un Pinot Grigio dall’Italia. Prezzo medio 12 dollari (10 euro circa) per 4 lattine. Il sito, dall’appeal…

Vota:

La fine della bottiglia ?

Vino in bottiglia: è giunta la sua fine? Dici vino e pensi alla bottiglia, alla bag-in-box da 5 litri e forse alla cara vecchia damigiana. E perché no, anche al fiasco, che accompagna l’immaginario di un’intera  generazione di americani cresciuti a Chianti, romanzi sulla Toscana assolata, spaghetti bolonnaise e LittleItaly. Le cose stanno però cambiando e…

Vota:

Luxury wine, fine wine.

  Vino Italiano: quali le prospettive di crescita. E come realizzarle. ( 2a parte )   Andrea Rea di Wine Lab Bocconi, sempre durante l’incontro di Firenze, ha puntualizzato : “La qualità del prodotto e il prezzo sono leve insufficienti per posizionare il vino, che nel frattempo ha acquisito elevati valori simbolici. Basta pensare al prestigio del vino francese,…

Vota:

Metodo Sur lie, pro & contro.

I vantaggi della sosta sui lieviti. Fra i cambiamenti che contraddistinguono il moderno approccio di cantina rispetto alla pratica adottata in passato, l’affinamento sur lie occupa un posto di rilevanza. Adottata inizialmente in alcune zone della Francia (Borgogna, Loira) per la conservazione e l’evoluzione dei vini bianchi come dei vini rossi, oggi la sosta sur…

Vota:

Affinamento, una questione di stile.

  Nella creazione di un vino tanto conta la parte fermentativa quanto quella post-fermentativa. Al termine della fermentazione alcolica, iniziano infatti una serie di processi che permettono al prodotto di rivelare le proprie potenzialità aromatiche, di trovare l’equilibrio organolettico e la propria “personalità”. Fermentazione malolattica e impiego di tannini come di altri coadiuvanti di affinamento…

Vota:

Le tendenze per quest’anno

  A cambiare non è solo il vino, ma anche i canali che lo promuovono e che riescono a veicolare il consumo di intere fasce di mercato come quella dei Millennials – si pensi, per esempio, alla popolarità di Instagram per le nuove generazioni. Nel comunicare il vino in futuro, il 49% degli intervistati da…

Vota:

Wine trend 2018

  Lungi dall’essere statico, il mondo del vino è in continua evoluzione, con cambiamenti sia interni che esterni che ne plasmano l’identità, talvolta in maniera repentina. Chi, anche solo dieci anni fa, avrebbe pensato che il termine Prosecco sarebbe diventato sinonimo di bollicine, erodendo il primato del ben più celebre Champagne? O che si sarebbe…

Vota:

Falsi vini d’autore

Ha fatto scalpore in questi giorni la notizia di un Amarone che Michele Antonio Fino, nell’articolo per Intravino, definisce eufemisticamente “double face”. Si tratta di un Amarone che, sotto l’etichetta con la scritta “Amarone della Valpolicella 1997 Riserva” ne presenta un’altra, più piccola, che riporta invece la dicitura “Rosso Verona Indicazione Geografica Tipica 2013”. Michele…

Vota:

Vino sfuso

Quando si parla di vino, si sta solitamente parlando di vino imbottigliato. Ma questa non è che metà della medaglia: dall’altra si staglia il mondo dello sfuso. Un settore, quello dello sfuso, che nei decenni scorsi è stato la colonna portante di intere regioni vinicole, soprattutto nel Sud Italia da cui partivano le cisterne con…

Vota:

Vitigni autoctoni italiani, “fuori dall’Italia”

Vitigni autoctoni …è questa una delle parole chiave per indagare il trend attuale del mercato enoico mondiale – accanto a tendenze come #volcanicwine e #naturalwine, con quello che ne consegue a livello di popolarità per regioni come l’Etna o prodotti come il colfondo/rifermentato in bottiglia/sur lie. Da New York a Copenhagen, dall’Australia al Giappone, i mercati…

Vota:

Lieviti : l’enologia che cambia.

Due sono i rami dell’enologia dove l’innovazione sta muovendo passi decisivi, che nei prossimi anni porteranno ad una modifica importante, laddove non rivoluzionaria, del panorama vinicolo mondiale. Lo scorso dicembre, l’evento RIVE in scena a Pordenone, ha permesso di rivolgere uno sguardo ravvicinato ad entrambi questi temi.   P I W I Il primo riguarda…

Vota: