Wine trend 2018

  Lungi dall’essere statico, il mondo del vino è in continua evoluzione, con cambiamenti sia interni che esterni che ne plasmano l’identità, talvolta in maniera repentina. Chi, anche solo dieci anni fa, avrebbe pensato che il termine Prosecco sarebbe diventato sinonimo di bollicine, erodendo il primato del ben più celebre Champagne? O che si sarebbe…

Vota:

Falsi vini d’autore

Ha fatto scalpore in questi giorni la notizia di un Amarone che Michele Antonio Fino, nell’articolo per Intravino, definisce eufemisticamente “double face”. Si tratta di un Amarone che, sotto l’etichetta con la scritta “Amarone della Valpolicella 1997 Riserva” ne presenta un’altra, più piccola, che riporta invece la dicitura “Rosso Verona Indicazione Geografica Tipica 2013”. Michele…

Vota:

Asti Secco e Canelli

Il Piemonte, terra di tradizione per eccellenza, ha di fatto mutato non poco, di recente, il proprio panorama vinicolo. L’Asti Secco, da poco approvato e al centro di ferventi dibattiti per la sua assonanza col più noto spumante del momento, il Prosecco, può essere visto come l’emblema di questo cambiamento, nel caso presente viscerale. Per…

Vota:

Gelate

Pensavamo di essercele lasciate alle spalle le immagini dei fuochi accesi fra la notte del 26 e il 27 aprile del 2016 per contrastare il gelo in Borgogna. Invece, quest’anno i fuochi sono tornati, anche in Italia, e non solo nel nord Italia ma anche al centro, in Toscana e sull’Appennino, dove in questi giorni…

Vota:

Mercato Germania

La Germania rimane uno dei maggiori target dell’export enologico italiano. Ma è anche importante paese produttore, patria di grandissimi bianchi, centro nevralgico del commercio europeo grazie ad una fiera quale ProWein e laboratorio all’avanguardia per quel che riguarda la viticoltura del futuro – basti pensare che la sperimentazione sui vigneti resistenti alle crittogame, i cosiddetti…

Vota:

Lo chiamano leggenda

È il Prosecco, un vino sul quale nessuno avrebbe scommesso fino a metà anni Novanta e che invece è riuscito a conquistarsi nicchie di mercato impensabili, scardinando persino la roccaforte delle bollicine per eccellenza, Parigi, e diventando simbolo di un modo di essere e stare più che di un prodotto geograficamente collocato, “un brand internazionale…

Vota:

Intervista a Zachary Sussman

L’Italia è il primo Paese fornitore per gli USA (seguito dal Cile) e se il 2016 sembra non essere stato così positivo come ci aspettava, tuttavia l’incremento a valore per i primi 9 mesi dell’anno si è aggirato sul +1,8 per cento pur con una contrazione di un punto percentuale in volume (dati Wine and…

Vota: